Bentornati sul blog di Osm1816! Oggi parliamo di tecnologia e della trasformazione digitale del lavoro – anche nel settore Risorse Umane – a cui assistiamo da un po’ di tempo a questa parte. Per farlo ci serviamo del supporto di un’interessante intervista ad un’esperta del settore pubblicata su hrbartender.com.

La tecnologia è oramai parte integrante delle nostre vite – talmente tanto che ci risulterebbe strano immaginarci senza. Anche nel mondo lavorativo è in atto una vera e propria rivoluzione digitale e tocca stare al passo per non perdersi nessuna possibilità; in particolare il settore HR può trarre tanti vantaggi dalla trasformazione digitale. Nell’articolo fonte è riportata un’interessante intervista a Jennifer Kraszewski, vice presidente del settore Risorse Umane dell’azienda Paycom. Di seguito, ecco i punti che abbiamo ritenuto più interessanti.

Da dove parte la trasformazione digitale

Kraszewski inizia la sua intervista facendo un breve excursus su ciò che si intende per trasformazione digitale, ovvero tutti i modi in cui la tecnologia sta cambiando la nostra vita, rendendola sempre più smart e trasformando azioni a volte noiose in operazioni a portata di click. La discussione si sposta poi sul perché i reparti HR dovrebbero interessarsi alla trasformazione digitale, e la risposta è semplice: la digitalizzazione rende molto più snelli e veloci dei processi che, se effettuati manualmente, porterebbero via molto tempo. Grazie alla tecnologia, alla creazione di app e software, i dipendenti possono completare attività e task in un tempo minore; il tempo risparmiato può essere investito in altre attività con il fine di migliorare professionalmente e far crescere l’azienda.

Molti vedono la trasformazione digitale ed un maggior utilizzo della tecnologia come un’intrusione temendo che, a poco a poco, le macchine possano prendere il posto di un esperto HR in carne ed ossa. Kraszewski specifica che la trasformazione digitale aiuta a svolgere meglio il lavoro, ma ciò non può accadere se si continua a dubitare dei benefici apportati dalla tecnologia e si ritardano i processi di “svecchiamento”. Rimanere ancorati a processi HR non aggiornati porta, di conseguenza, a far rimanere indietro tutta l’azienda.

Il reparto Risorse Umane è quella parte dell’azienda che si preoccupa di aiutare le persone. Con l’avvento della tecnologia cambia il modo di pensare a come aiutare i dipendenti, ma non cambia l’incisività e la serietà del supporto offerto loro.

Per concludere, Kraszewski sottolinea la necessità di formare e preparare al cambiamento non solo i dipendenti in generale, ma soprattutto i lavoratori del settore Risorse Umane. Comunicare loro l’importanza della trasformazione digitale del team e dell’intera azienda è fondamentale poiché tutti ne traggano vantaggio.

Cosa ne pensi di questo articolo? Contatta il team Osm1816 e dicci la tua.

Tagged with: ,