Confessioni di un Social Recruiter

 

Il lavoro di un recruiter si delinea sempre più legato all’utilizzo dei social media come Facebook, LinkedIn o Twitter, in alternativa o a supporto dei più classici strumenti di valutazione.

Oggi con la nostra infografica approfondiamo l’aspetto social di un recruiter, e cerchiamo di capire, con l’aiuto di Behiring, alcuni fattori importanti di cui si dovrebbe tener conto prima di inserire un curriculum in rete…buona lettura!

Confessioni di un social recruiterAlcune considerazioni emerse da questo studio:

  • La prima candidatura ad una job application avviene dopo soli 200 secondi dalla pubblicazione!
  • In media, vengono ricevuti 250 CV per ogni posizione di lavoro aperta;
  • Solo il 17% delle lettere di accompagnamento viene letta;
  • Il 68% dei recruiter cerca il candidato su Facebook;
  • 1 candidato su 3 viene scartato per qualcosa trovato online su di lui;
  • Basta 1 solo errore grammaticale sul CV per compromettere l’esito della selezione;
  • Il 92% delle aziende seleziona candidati attraverso canali social

Cosa ne pensi di questa infografica? Pensi che queste statistiche siano realistiche anche nel tuo settore professionale?

Se vuoi sapere come proseguire e selezionare le persone giuste scarica subito il nostro Ebook, clicca sul link e leggilo subito!

E-book I Collaboratori contano

Share Button

Articoli Correlati

Nessun Commento

Lascia un commento